Cerca qui:
 

Palazzetti

Come Palazzetti combatte la crisi con la riorganizzazione efficiente della Supply Chain

L'azienda

La Palazzetti Lelio S.p.A. è oggi una tra le aziende leader a livello mondiale nel settore del riscaldamento domestico a legna e pellet. L’Azienda nasce nel 1954 a Porcia (PN) con la produzione di manufatti in cemento per l’arredamento d’interni, a cui si affianca pochi anni dopo la lavorazione industriale del marmo per pavimenti e rivestimenti. All’inizio degli anni ’70 prende avvio la prima produzione italiana di caminetti e barbecue prefabbricati completi, realizzati con sistemi di lavorazione industriale, conformi a requisiti estetici e funzionali, semplici nell’installazione. Negli anni successivi viene avviata la produzione di stufe e focolari a legna e a pellet. Prodotti innovativi, sviluppati in conformità con i più elevati standard tecnologici e nell’assoluto rispetto dell’ambiente, testati e certificati dai più prestigiosi Istituti Europei, nonché dalle associazioni a tutela del consumatore e dell’ambiente.

Dal 2016 l’azienda ha integrato nel proprio business model l’offerta di servizi digitali innovativi sulla base dell’esperienza acquisita nel proprio core business, in particolare nell’ambito dell’Internet delle Cose (IoT) e dei servizi di Customer Care ad esso connessi. Palazzetti crede fortemente nella ricerca tecnologica come leva strategica per il raggiungimento degli obiettivi aziendali. Per questo motivo ogni anno investe il 5% del fatturato complessivo in ricerca e sviluppo tecnologico.

La mission è impegnare energie e risorse per ottenere prodotti con le più alte prestazioni e minimi consumi, in nome di un comfort totale.

 

La sfida

Negli ultimi anni il contesto economico ci ha costretto a rivedere e a contenere i livelli di magazzino, seppur con l’obiettivo di non intaccare i livelli di servizio.
La sfida che Palazzetti si era prefissata era di riorganizzare e integrare l’intera Supply Chain, dalla gestione della domanda fino alla programmazione di breve periodo.

Per supportare il cambiamento necessitavamo di un supporto applicativo superiore a quello del classico ERP ed abbiamo iniziato una software selection nell’ambito dei sistemi di programmazione e schedulazione. È stata una decisione lunga e molto difficile, perché rappresentava una scelta fondamentale.

 

La soluzione

Abbiamo deciso di affidarci a Cybertec, oltre per le caratteristiche del software, anche per la professionalità e la preparazione dei consulenti percepita già dai primi incontri.

Da subito si è creato un ottimo team di lavoro che ha permesso di superare le non poche difficoltà incontrate. Già a pochi mesi di distanza dal “go live” di entrambi il Manufacturing Forecasting e CyberPlan, se ne apprezzavano i risultati. Sono stati abbandonati gli innumerevoli file Excel ottenendo conseguentemente il completo governo della fabbrica, cosa che ha permesso di realizzare il budget annuale e di controllarne quotidianamente gli scostamenti.

 

Risultati

Gli addetti alla pianificazione creano e monitorano il piano principale in poco tempo e, grazie alla miglior integrazione con le forze vendita, riescono a reagire meglio ai picchi di domanda. L’ufficio acquisti è tirato dal piano ed ordina solo ciò che serve effettivamente garantendo l’ingresso dei materiali nel momento dettato dal processo produttivo. Una miglior distribuzione delle fasi di lavoro su una combinazione ottimale di risorse uomo e linea ha portato ad una maggior produttività e resa. La possibilità di agire in anticipo sulle criticità e di simulare in poco tempo scelte produttive alternative ha contribuito ad abbattere i costi di produzione.

Sia il Manufacturing Forecasting che CyberPlan ci hanno “semplificato la vita lavorativa“; ciò che concorre ad aumentare il valore aggiunto della soluzione informatica è tutto il lavoro di formazione fatto assieme agli ingegneri di Cybertec al personale meno esperto riguardo la gestione dei materiali ed i flussi di informazioni dell’intera Supply Chain.

 

Dicono di noi

La possibilità di agire in anticipo sulle criticità e di simulare in poco tempo scelte produttive alternative ha contribuito ad abbattere i costi di produzione.

Ora in azienda si parla un’unica lingua gestionale.

Ing. M. Palazzetti
Ing. M. Palazzetti
CEO, Gruppo Palazzetti

Case studies collegate

Lafert

 

Settori: Elettromeccanica

Strategie: MTO, ETO, ATO

Integrazioni: JDE, AS400

KPI: +15 Livello di servizio, -30% Tempi di pianificazione

 

Otlav

 

Settori: Metalmeccanico

Strategie: MTS

Integrazioni: Altro

 

Brawo

 

Settori: Metalmeccanico

Integrazioni: JDE

 

Hai bisogno di maggior informazioni?
Entra in contatto con il nostro team

 

Casi di studio

LTC – La Triveneta Cavi
Silca – Dal processo di S&OP alla schedulazione della produzione
Vimar – Pianificazione e schedulazione della produzione
Pietro Fiorentini – Pianificazione e schedulazione della produzione
ABB
Palazzetti