Cerca qui:
 

Trevalli Cooperlat gestisce la pianificazione di prodotti lattiero-caseari con CyberPlan

Uno strumento per gestire campagne e promozioni

L'azienda

Trevalli Cooperlat è una società cooperativa agroalimentare di secondo grado molto dinamica e moderna, che in sessant’anni anni dall’inizio dell’attività, ha saputo costruire un modello imprenditoriale innovativo in grado di realizzare un rilevante disegno strategico, posizionandosi tra i primi gruppi lattiero-caseari italiani.
Le cooperative socie che la compongono sono 15, dislocate in 7 regioni, mentre la sede principale è a Jesi in provincia di Ancona, dove si trova il sito con la capacità produttiva più importante e dove viene realizzata gran parte della produzione, ad eccezione dei formaggi, delle mozzarelle, della ricotta e degli yogurt.
Il latte conferito dai produttori associati viene trasformato nei 4 stabilimenti della Società, per offrire la diversificazione delle categorie di prodotto in: latte fresco, latte alta qualità, latte a lunga durata, latte UHT a lunga conservazione, panna, besciamella, burro, formaggi freschi e formaggi stagionati.

 

La sfida

Trevalli Cooperlat, è oggi articolata in un sistema di imprese locali controllate e coordinate a livello centrale. Nell’ultimo decennio però ha perseguito obiettivi di competitività attraverso sinergie commerciali, produttive e distributive.
Tra questi percorsi di sviluppo, è rientrato il potenziamento della pianificazione della produzione, in precedenza svolto con un software non più all’altezza delle esigenze di Trevalli Cooperlat. Giunti ad un certo punto, i responsabili dei settori logistica, sistemi informativi e supply chain decisero di potenziare la pianificazione della produzione innovando gli strumenti a disposizione.
In seguito ad una software selection, CyberPlan emerse come vincitore, e ciò anche grazie al fatto che CyberPlan permette una corretta gestione delle promozioni, un aspetto critico per aziende del settore alimentare.

 

La soluzione

In Trevalli Cooperlat il processo di programmazione inizia dalle previsioni che giungono dal demand planning e che vengono vagliate dal reparto vendite” racconta Minocchi. “Le previsioni controllate vengono poi analizzate da CyberPlan che le muta in pianificazioni per le successive quattro settimane. Abbiamo delineato delle campagne, ovvero uno schema mensile, all’interno del quale si trovano le cosiddette ricette. Queste si ripetono ciclicamente, per esigenze produttive e di ottimizzazione degli impianti. In primo luogo l’ufficio logistica identifica la ricetta, in base alla campagna, in seguito il reparto pianificazione indica la settimana in cui intende produrlo, successivamente la logistica completa la ricetta inserendo gli item e rilasciando il piano. A questo punto l’ufficio acquisti procede con l’ordinazione di materiali e semilavorati necessari al completamento del piano. Ogni lunedì lavoriamo sulla settimana successiva, la cui produzione viene congelata, a meno che non si verifichino urgenze.

Il processo di programmazione della produzione è particolarmente importante in una realtà dell’agroalimentare come quella di Trevalli Cooperlat, in quanto alcuni prodotti sono caratterizzati da una forte stagionalità, ad esempio l’andamento delle vendite della panna è strettamente legato a quello delle fragole, oppure perché la vendita di altri prodotti viene gestita tramite campagne e promozioni.

CyberPlan viene utilizzato da diversi uffici. Oltre all’ufficio pianificazione della produzione viene infatti usato anche dall’ufficio acquisti e dal nostro reparto, che si occupa della logistica.

Oggi comunichiamo tra i diversi reparti anche per mezzo di CyberPlan, che ci permette di evitare di dialogare per mezzo di fogli e stampe sostituendo tutto ciò con un piano condiviso.”

 

Risultati

Oggi in Trevalli Cooperlat è possibile realizzare ed analizzare il piano produttivo con estrema rapidità, grazie alla grafica di CyberPlan. “Ciò che mi ha colpito in primo luogo, infatti, è stato proprio l’aspetto grafico, specialmente perché provenivo dall’utilizzo di un software non altrettanto accattivante o piacevole. La grafica è particolarmente utile proprio perché consente una rapida comprensione della pianificazione della produzione“, racconta Minocchi.
Inoltre oggi siamo in grado di gestire adeguatamente campagne e promozioni, un aspetto fondamentale per il settore in cui operiamo.
Infine se oggi in azienda vi è una forte comunicazione e collaborazione tra i vari reparti, ciò è anche grazie a CyberPlan, che ha permesso ai vari reparti di dialogare e collaborare alla realizzazione del piano di produzione, tutto ciò utilizzando un unico software.”
Trevalli Cooperlat ha dunque innovato, ottimizzato e velocizzato tutto il processo di pianificazione della produzione, supportando la crescita aziendale e mantenendo al vertice la competitività sui mercati nazionale ed estero.

 

Dicono di noi

Prima c’era molta carta e mancava il colloquio tra reparti, oggi vediamo tutti la stessa cosa.

Roberto Minocchi
Roberto Minocchi
Responsabile della logistica

Case studies collegate

MP Filtri

 

Settori: Metalmeccanico

Strategie: MTS, ETO

KPI: Livello di servizio 95% (sulla data richiesta dal cliente)

 

Lonati

 

Settori: Elettromeccanica, Metalmeccanico, Impiantistica

Strategie: ATO, MTO

Integrazioni: AS400

 

HT Spa

 

Settori: Elettromeccanica, Elettronica

Strategie: MTS, ETO

Integrazioni: Altro

 

Hai bisogno di maggior informazioni?
Entra in contatto con il nostro team

 

Casi di studio

LTC – La Triveneta Cavi
Silca – Dal processo di S&OP alla schedulazione della produzione
Vimar – Pianificazione e schedulazione della produzione
Pietro Fiorentini – Pianificazione e schedulazione della produzione
ABB
Palazzetti