Cerca qui:
 

Clementoni: crescita e maggior controllo con CyberPlan

Gestire la crescita produttiva grazie ad uno strumento di pianificazione e schedulazione

L'azienda

Clementoni viene fondata a Recanati nel 1963 in seguito alla geniale intuizione del suo fondatore che decide di portare in Italia un prodotto fino ad allora sconosciuto, il gioco da tavolo. Clementoni quindi si pone da sempre l’ambizioso obiettivo di supportare i bambini nel delicato processo di sviluppo psicofisico, attraverso il linguaggio che conoscono meglio e che è la loro naturale forma di espressione: il gioco. Oggi Clementoni è una realtà industriale di primaria importanza, fortemente proiettata verso i mercati esteri e, al contempo, molto radicata nel suo territorio di origine.

 

La sfida

Inizialmente, quando l’azienda era ancora a carattere prevalentemente artigianale, la pianificazione della produzione veniva svolta dai capi reparto utilizzando cartelline, fogli e tabulati e anche la schedulazione veniva effettuata manualmente. Tutto questo era possibile ed adeguato alle dimensioni di allora, dove il numero di codici era molto ridotto.

I problemi si sono presentati contestualmente alla crescita sul mercato dell’azienda che per la Supply Chain si è tradotto in maggior numero di codici da gestire e quantità.

Contemporaneamente nascevano problemi di comunicazione tra produzione e ufficio commerciale, infatti le informazioni non sempre erano aggiornate.

L’azienda aveva quindi bisogno di gestire la forte crescita che stava vivendo, dotandosi di una struttura che consentisse di tenere sotto controllo il processo di produzione.

Serviva un software in grado di dare una visione globale dei fabbisogni, delle giacenze, considerando gli avanzamenti di produzione: Così si aveva una maggiore visibilità della disponibilità di materie prime e semilavorati per poter organizzare l’intero workflow. Un “colpo d’occhio” generale e magari non molto aggiornato, non bastava più.

Per l’ufficio programmazione nasceva l’esigenza di aumentare la visibilità e l’accesso alle informazioni che dovevano essere tutte reperibili nello stesso ambiente, in tempo reale e tutte soggette a elaborazione anche da più utenti contemporaneamente.

Alla programmazione della produzione si richiedeva anche una maggiore precisione e puntualità. La premessa a questo era la capacità di valutare bene i carichi e gestire la saturazione delle macchine. Serviva uno strumento facile, con un colpo d’occhio immediato che aiutasse a definire la capacità produttiva attuale e futura per ogni centro di lavoro/macchina.

Considerando anche il “prodotto giocattolo” che risente di una grande stagionalità, serviva aumentare e semplificare il dialogo e la qualità delle informazioni scambiate tra il reparto produttivo e quello commerciale.

 

La soluzione

Clementoni decise di dotarsi di nuovi strumenti.

Venne dunque svolta una software selection, per l’individuazione della migliore soluzione che permettesse a Clementoni di evolvere metodi e strumenti utilizzati per gestire l’intera supply chain. L’azienda era determinata ad innovarsi, aumentando le potenzialità del reparto pianificazione, incrementandone la versatilità, ma mantenendone inalterate le dimensioni in termini di persone dedicate. Inoltre l’integrazione anche della parte acquisti, in coerenza alle previsioni di vendita e al processo produttivo, ha permesso di gestire al meglio i componenti a lungo lead time. Clementoni selezionò così CyberPlan, l’APS di Cybertec, per schedulare la produzione a capacità finita.

L’implementazione più grande e recente, che ha richiesto circa un anno di tempo, è avvenuta anche in relazione ad altri strumenti informatici e ha trovato nella consulenza di Cybertec tutto il supporto e le conoscenze necessarie a trarre il massimo beneficio da questa innovazione.

Grazie alla propria lungimiranza e anche alla soluzione CyberPlan, Clementoni è cresciuta notevolmente negli ultimi anni, passando da un fatturato di 80 milioni di € nel 2001 ai 187 di oggi, tutto ciò mantenendo una struttura sostanzialmente simile e dunque agile e snella.

 

Risultati

CyberPlan si è dimostrato uno strumento versatile e veloce che permette a Clementoni di schedulare la produzione con maggior facilità nonostante la notevole crescita aziendale, anche in termini di complessità.

La pianificazione della produzione ha visto aumentare il numero di codici gestiti, la saturazione dei centri di lavoro e la necessità di visibilità sul carico futuro. La gestione di tutto questo è stato possibile grazie all’immediato e concreto impatto visivo dato da CyberPlan per analizzare le capacità del processo produttivo.

Anche il rapporto con i fornitori ha avuto giovamento dalla nuova soluzione. Grazie allo strumento APS infatti i fornitori dell’azienda marchigiana conoscono le quantità e i termini delle richieste produttive con immediatezza e senza barriere.

CyberPlan supporta anche il management nella gestione della struttura aziendale grazie alla visibilità sulla produzione futura e sui fabbisogni in termini di ore e attrezzature.

 

Dicono di noi

Le caratteristiche che più apprezziamo di CyberPlan sono la velocità con cui accediamo alle informazioni, e la sua capacità di calcolo che ci permette di gestire la schedulazione in tempi agili.

Alessandro Angeloni
Alessandro Angeloni
Senior Production Planner

Case studies collegate

Manifattura Berluti

 

Settori: Altro

KPI: +12% Livello di servizio

 

MP Filtri

 

Settori: Metalmeccanico

Strategie: MTS, ETO

KPI: Livello di servizio 95% (sulla data richiesta dal cliente)

 

Lonati

 

Settori: Elettromeccanica, Metalmeccanico, Impiantistica

Strategie: ATO, MTO

Integrazioni: AS400

 

Hai bisogno di maggior informazioni?
Entra in contatto con il nostro team

 

Casi di studio

LTC – La Triveneta Cavi
Silca – Dal processo di S&OP alla schedulazione della produzione
Vimar – Pianificazione e schedulazione della produzione
Pietro Fiorentini – Pianificazione e schedulazione della produzione
ABB
Palazzetti